Detta anche eczema atopico, eczema endogeno, eczema costituzionale ed è caratterizzata da una infiammazione superficiale della pelle, cronica e molto pruriginosa, che colpisce generalmente individui con storia familiare o personale di malattie allergiche (es. febbre da fieno, asma). La dermatite atopica esordisce già nei primi mesi di vita con eritema, edema, vescicolazione, essudazione, lesioni croniche al viso, cuoio capelluto ed estremità.

Nei bambini più grandi e negli adulti, la forma diviene più localizzata e cronica. Il decorso è imprevedibile e variabile da soggetto a soggetto.
Generalmente alla pubertà la malattia guarisce sponta-neamente nel 40% dei casi e si attenua nel 50% dei casi, ma esacerbazioni e remissioni sono frequenti durante l’infanzia, l’adolescenza e l’età adulta.
Nella seconda infanzia e negli adulti, la dermatite atopica si presenta con tipiche lesioni lichenificate su sfondo eritematoso alle pieghe dei gomiti e delle ginocchia. Colpiti sono il collo, i polsi e le palpebre. In tutto il corpo la cute appare abnormemente secca e spesso iperpigmentata.
Il prurito è intenso e costante con conseguente grattamento e sfregamento. Si instaura così un circolo vizioso caratterizzato da: prurito – grattamento – escoriazioni – nuovo prurito.