E’ una affezione infiammatoria di tipo squamoso che colpisce il volto, il cuoio capelluto e le altre aree seborroiche del corpo. Nonostante il nome, la composizione e le secrezione del sebo appaiono del tutto normali. L’insorgenza negli adulti è molto lenta e si manifesta con la comparsa di squame piccole e diffuse, di colorito giallastro, untuose, a livello del cuoio capelluto e della regione medio-sternale. Il prurito è di intensità molto variabile.

Nei casi più gravi anche le zone retroauricolari, i condotti uditivi esterni, le sopracciglia, il dorso del naso.

Nei bambini la dermatite si manifesta alla fine del primo mese di vita, con lesioni giallognole e tenaci allo scalpo (crosta lattea), fissurazioni e squame in sede retroauricolare; sono inoltre presenti lesioni eritematose al viso.
Nel quadro dell’eczema seborroico sono comprese anche alcune forme intense e diffuse che interessano anche ascelle, inguine, regioni sottomammarie.Fattori genetici, ormonali e ambientali condizionano l’incidenza e la gravità della forma, che generalmente peggiora in inverno ed è favorita da fattori emozionali.