Dr. Donato Zizi
Medico Chirurgo. Equipe Dermoestetica. Roseto degli Abruzzi (TE).  

La leggenda di Sansone e dei Filistei risale ad alcune migliaia di anni fa… eppure anche in quei tempi lontanissimi i capelli erano considerati simbolo di forza e potenza… A ben pensarci i capelli non servono a niente; non hanno funzioni particolari o di protezione come la pelle, non partecipano alla termoregolazione, ciononostante una perdita della chioma viene percepita come qualcosa di estremamente negativo che a volte porta ad una compromissione del senso di autostima con ripercussioni notevoli a livello sociale e della vita di relazione.

I primi tentativi di ripristino della capigliatura con l’ausilio della chirurgia risalgono alla fine degli anni 50.

Tuttavia bisogna aspettare la seconda metà degli anni 70 per poter parlare di una Chirurgia della calvizie eseguita secondo tecniche standardizzate. Si trattava della famigerata tecnica “ad Isole”, in cui dei ciuffi di capelli venivano prelevati dalla zona occipitale e trasferiti nelle aree alopeciche. Le “isole” trapiantate attecchivano in maniera perfetta ma davano luogo all’effetto ” ciuffo di bambola” che rendeva il rimedio peggiore della malattia! Sorse così la necessità di ottenere un effetto più naturale, che è stato raggiunto con l’avvento della tecnica “strip”, in cui si preleva un lembo di cute, proveniente sempre dalla zona occipitale non soggetta ad alopecia, che viene poi sezionato fino ad ottenere tante unità follicolari, ovvero innesti di cute contenenti da 1 a 4 capelli, che vengono poi reimpiantati nelle zone da rinfoltire.
Con la tecnica “strip” la chirurgia della calvizie ha raggiunto livelli di efficacia e naturalezza davvero elevati che hanno permesso di ottenere risultati eccellenti, applicabili alla quasi totalità dei pazienti. Attualmente un’ Equipe esperta è in grado di prelevare e trapiantare 2000 innesti (circa 5000 capelli) in meno di 5 ore.

 

Il prelievo dei follicoli dalla zona donatrice si puo effettuare anche con la tecnica FUE, in cui non si effettua il prelievo del lembo cutaneo. La FUE prevede l’utilizzo di piccolissimi strumenti chiamati “punch” che permettono di asportare porzioni microscopiche di tessuto, intorno al millimetro o anche meno, che contengono i Follicoli. Vengono così ottenuti direttamente degli innesti ad unità follicolari che vengono direttamente reimpiantati nelle zone riceventi. Il vantaggio più immediato della tecnica FUE è l’assenza di incisioni chirurgiche e punti di sutura.

 

La zona sede di prelievo guarisce spontaneamente e rapidamente dopo pochissimi giorni e si puo procedere ad ulteriori interventi, se necessari, dopo poche settimane. La tecnologia ha permesso di perfezionare ulteriormente questa tecnica grazie all’introduzione del “Punch Graft”, un apparecchio che permette di estrarre le unità follicolari in maniera ancora più precisa, oltre che veloce. Con il Punch Graft è possibile eseguire interventi dell’ordine di 1000 innesti in tempi relativamente ridotti, senza alcun esito cicatriziale. In alcuni casi particolarissimi, in cui la zona donatrice non è sufficiente per coprire una zona alopecica particolarmente estesa, è possibile anche prelevare dei peli corporei, per esempio dal torace o dal dorso!

 

In entrambe le tecniche l’intervento viene eseguito in anestesia locale ed è completamente indolore. Non c’è bisogno di applicare fasciature e il paziente puo tornare presto alle sue normali attività.

 

Non tutti i pazienti che si sottopongono ad Autotrapianto sono però completamente calvi; è opportuno in questi casi fare qualcosa per “salvare” anche i capelli rimasti. Esistono dei medicinali che possono aiutare a rallentare quasi del tutto la progressione dell’Alopecia Androgenetica ma devono essere prescritti dallo specialista. Alcuni integratori possono essere dei validi coadiuvanti, specialmente se contengono estratti di Serenoa Repens (un’alga), che ha mostrato proprietà molto interessanti.

[/vc_column_text][/vc_column]

2_-_Il_microautotrapianto_dei_capelli

Dr. Donato Zizi
Medico Chirurgo. Equipe Dermoestetica. Roseto degli Abruzzi (TE).    

[/vc_row]