D.ssa. Angela Capponi
Specialista in Dermatologia e Venereologia
Master in Dermatologia Plastica Correttiva

Il patch test è il test più usato nei casi di sospetta dermatite allergica da contatto (DAC). Alcune sostanze chimiche (es. Nichel, cromo, coloranti, profumi, resine, ecc) presenti in oggetti di uso comune possono determinare la comparsa di dermatiti pruriginose ed escoriate (eczemi) con un meccanismo di tipo allergico.

Il test si effettua applicando generalmente sulla schiena del paziente dei cerotti contenenti le sostanze da testare, ciascuna in una celletta distinta.
Dopo 48h si procede alla rimozione ed alla lettura con stesura del referto.

Il test non è rischioso né doloroso, a parte il fastidio di non potersi fare la doccia né praticare attività fisica per 48 ore.

A volte, in caso di forte sensibilizzazione allergica, può comparire prurito in corrispondenza della celletta che contiene la sostanza o anche generalizzato.
E’ importante sapere che l’esame non va effettuato in corso di reazioni allergiche né di terapie farmacologiche che possano interferire con esso; va inoltre evitato il periodo estivo in cui i cerotti potrebbero, data la più intensa sudorazione, non aderire correttamente alla cute e dare dei falsi negativi.

Infine oggi sono disponibili, oltre alle serie standard, delle serie specifiche per testare allergie specifiche della palpebra, a tatuaggi, unghie artificiali e smalti, piante, profumi, metalli o ancora sostanze utilizzate da dentisti e odontotecnici, da casalinghe, panettieri, parrucchieri, ecc….

[/vc_column_text][/vc_column]

capponipiccola

D.ssa. Angela Capponi
Specialista in Dermatologia e Venereologia
Master in Dermatologia Plastica Correttiva
Viale Corbusier, 39 – 04100 LATINA
c/o TORRE BACCARI, piano 1, interno 106
cell. 338.4443066 e 348.2316828

[/vc_row]