Le micosi sono infezioni dovute a funghi microscopici.  Le forme più comuni interessano la pelle, i peli, le unghie o le mucose, cioè le superfici interne di organi come la bocca o la vagina.

Cosa sono
La maggior parte delle infezioni da funghi vengono trasmesse all’uomo dall’ambiente, per inalazione o attraverso il contatto con materiali infetti.  Possono venir trasmesse dal terreno, da vegetali, da scaglie della pelle dell’uomo o di animali.

Alcune micosi sono trasmesse per contagio tra persone.
Altre cause possono essere una igiene poco accurata, il contatto con indumenti o biancheria contaminata, frequentare docce comuni e piscine.
L’infezione è favorita da condizioni di elevata umidità sulla pelle e per tale ragione sono frequenti sotto le ascelle, vicino all’inguine e negli spazi tra le dita.

Altri fattori che favoriscono l’infezione sono l’obesità, il diabete, l’uso eccessivo di detergenti, terapie prolungate con antibiotici o cortisonici.

Come si manifestano
Esistono diversi tipi di micosi, ognuna con caratteristiche particolari.
Esempi di malattie dovute a funghi sono il mughetto, la candidosi vaginale ed il cosiddetto piede d’atleta.
In molti casi si possono osservare delle macchie rossastre o brune, con piccole croste o bolle, che provocano una sensazione di bruciore o prurito.

La diagnosi di infezione da funghi va fatta dal medico, spesso con l’aiuto di esami di laboratorio, perché è abbastanza facile confonderle con altre malattie della pelle.

La comparsa di macchie stabili sulla pelle o sulle unghie o di altri segni specifici per le singole infezioni devono suggerire di effettuare una visita medica entro breve tempo.

Quali sono i rischi

Se non adeguatamente curata una micosi può persistere a lungo, estendersi ad altre parti del corpo o diffondersi ad altri membri della famiglia.

Particolarmente pericolose possono essere alcune micosi in persone con ridotte difese immunitarie (diabetici, persone in cura con cortisonici, persone trattate con farmaci antitumorali o affette da AIDS).

Cosa si deve fare

Utilizzare i farmaci eventualmente prescritti dal medico seguendo attentamente le sue istruzioni e ricordando che la cura di molte micosi può richiedere parecchie settimane o mesi.
Particolarmente resistenti alle cure sono le micosi che colpiscono le unghie.

I prodotti topici, come le creme o le tinture, vanno applicati non solo sulla zona ammalata ma anche in quella vicina per evitare la diffusione dell’infezione.

Non grattare la zona infetta per evitare la diffusione dell’infezione.

Lavarsi preferibilmente con saponi acidi; evitare l’uso di spugne e non lavare troppo frequentemente la zona affetta.

Asciugarsi sempre molto bene dopo ogni lavaggio: l’umidità residua favorisce l’infezione. Per la stessa ragione non indossare costumi bagnati.

Non camminare a piedi nudi in piscina o nelle docce e negli spogliatoi comuni.

Evitare il contatto prolungato di mani e piedi con acqua e detersivi; indossare guanti protettivi nei lavori domestici che richiedono la frequente e prolungata immersione in acqua delle mani.

Evitare l’uso in comune coi familiari di biancheria o abiti venuti a contatto della zona infetta.

Lavare la biancheria a caldo e stirarla con ferro caldo.

Bollire, passare alla fiamma o gettare dopo l’uso strumenti taglienti come lamette, forbici, rasoi ecc. usati su aree infette da funghi

Quando rivolgersi al medico

Ogni volta che si osservano alterazioni del normale aspetto della pelle, unghie, peli o capelli.

Quando i sintomi non migliorano dopo un certo periodo di tempo stabilito dal medico stesso.

L’infezione si estende nonostante il trattamento o compare febbre.

da www.saninforma.it