La micosi è una infezione della pelle, del cuoio capelluto e delle unghie tra le più comuni e diffuse. L’infezione è causata da funghi patogeni (detti miceti) che normalmente vivono nell’ambiente intorno a noi e che si localizzano in piccole fessure della cute, graffi, tagli o è generata da una prolungata sudorazione o permanenza in ambienti molto umidi.

Generalmente l’infezione micotica si manifesta con la presenza di macchie sulla cute, con desquamazione e fissurazioni delle zone interessate ed è classificata secondo il livello dei tessuti organici colpiti:

  •         micosi superficiali: limitate allo strato superficiale della pelle, o del cuoio capelluto, all’interno dell’epidermide e anche alle unghie;
  •          micosi cutanee: colpiscono il derma, il tessuto sottocutaneo (definito anche ipoderma), fino ad arrivare ai muscoli;
  •            micosi sistemiche: arrivano a interessare gli organi interni.

Una delle caratteristiche principali delle infezioni micotiche è l’elevato rischio di contagio. Dunque frequentare luoghi affollati e tipicamente umidi, come palestre e piscine, dove è molto facile entrare in contatto con  questi funghi patogeni, determina un alto rischio di contrarre l’infezione.

Per evitare il contagio e garantire un ottimo livello di igiene anche nelle situazioni più “a rischio” è importante mantenere la pelle sempre asciutta e pulita, utilizzare igienizzanti a base di percabonato di sodio per gli indumenti (presenti in farmacia anche in pratiche bustine monodose) e prodotti specifici per la detersione della pelle come biodetergenti  ad azione antimicotica e antibatterica.