Le mani, assieme al viso, sono le parti del corpo più esposte ad agenti esterni irritanti, sia nei mesi invernali che in quelli estivi. Spesso i fattori ambientali, come il vento, il freddo e la luce solare, ma anche il contatto con sostanze improprie e infiammatorie, agenti meccanici professionali, inducono stimoli stressogeni e reazioni cutanee.

Ecco quindi l’insorgenza di dermatiti irritative da contatto, ragadi interdigitali, dismorfie, vasocostrizioni da freddo e vasodilatazioni da esposizione solare, tutte reazioni che vanno ad alterare la normale fisiologia cutanea delle mani.

In questi casi è utile una “crema barriera” che protegga e ripristini le normali condizioni eudermiche, che apporti il giusto nutrimento vitaminico e proteico indispensabile per reintegrare la funzionalità fisiologica cutanea, che attenui gli arrossamenti, che renda la pelle elastica e idratata, che prevenga anche dall’invecchiamento da stress indipendentemente dall’età.

In particolare è consigliabile una crema per le mani liporestitutiva a base di AntiCytoStressor (ACS): si tratta di un attivo bioregolatore, estratto dalla radice essiccata di Kremeria Triandra (o Retania peruviana), che contribuisce alla normalizzazione della fisiologia e della morfologia della cute. Vanta, inoltre, proprietà lenitive e antibatteriche.

Se volete garantire il benessere alla pelle delle vostre mani, è consigliabile applicare la crema quotidianamente mattina e sera, o nel momento di bisogno, con un massaggio. In questo modo le mani saranno perfettamente idratate e protette, anche dai segni dell’invecchiamento, sia durante l’estate che, soprattutto, durante l’inverno. Sempre.