Con l’estate la Vitiligine è soggetta ad un apparente peggioramento: le chiazze bianche non pigmentate tipiche di questa patologia e particolarmente sensibili ai raggi UVA/UVB tendono ad accentuarsi con la continua esposizione ad un sole forte.

Infatti, le chiazze bianche della Vitiligine si determinano per un danno da stress ossidativo a carico dei melatociti – le cellule dell’epidermide che producono la melanina – e, durante la stagione estiva, si accentuano con il sole perché viene favorito il contrasto tra la pelle abbronzata e la pelle bianca e fotosensibile.
Per cercare di migliorare la fotosensibilità delle chiazze bianche è opportuno quindi, soprattutto in estate, combinare trattamenti topici – come protezioni solari e creme specifiche autopigmentanti, lenitive ed idratanti  – con integratori alimentari naturali – a base di Licopene, Astaxantina, Metionina e Cisteina, Thè verde, estratto di Maca, Piperina e Selenio – che aiutano a  ridurre la sensibilità della pelle ai raggi UVB.